top of page

Come proteggere l’oliveto da Lebbra, Rogna e Occhio di Pavone tra l’invaiatura e la raccolta

Aggiornamento: 14 set 2023

La Rogna dell'olivo, la Lebbra e l’Occhio di Pavone sono tre malattie chiave in olivicoltura in quanto possono pregiudicare la produttività dell'oliveto non solo della stagione in corso ma anche di quella successiva.

La prima è una malattia causata dal batterio Pseudomonas savastanoi che può insidiarsi nella pianta attraverso lesioni naturali (per esempio da grandine, gelo o animali) oppure prodotte dall’uomo a seguito di attività quali potatura o raccolta delle olive.

La Lebbra, invece, è causata dal fungo Colletotrichum gloeosporioides e si sviluppa principalmente a carico dei frutti. Se non controllata, può arrecare seri danni alle produzioni.

Infine lo sviluppo di Spilocaea oleaginea, agente patogeno che causa l'Occhio di Pavone, interessa le foglie di olivo e ne compromette la funzionalità fotosintetica.


Come tutte le malattie di origine batterica, la Rogna è impossibile da debellare una volta che il microrganismo è penetrato nella pianta, a meno che non si ricorra alla potatura, eliminando le parti colpite dalla malattia.

Prevenire l’ingresso di questi batteri in oliveto è quindi fondamentale! Oltre alla disinfezione di attrezzi come lame da taglio, attraverso prodotti a base di rame dal riconosciuto effetto batteriostatico, gli olivicoltori devono armarsi dei giusti alleati per la difesa delle piante.


Per Lebbra e Occhio di Pavone, invece, è necessario impostare una giusta strategia per prevenire e combattere i danni che causano, al fine di preservare le produzioni.

In questi contesti si inserisce Serenade Aso, la soluzione di origine naturale e autorizzata in agricoltura biologica che, irrorata sulla vegetazione dopo la potatura, la raccolta o a seguito di eventi traumatici, protegge gli oliveti da queste patologie. Serenade Aso è un agrofarmaco a base di Bacillus subtilis (ceppo QST 713) che non ha tempi di carenza, non macchia la vegetazione e può quindi essere impiegato anche poco prima della raccolta.

Per prevenire la Rogna dell’Olivo, Serenade Aso può essere irrorato sulla vegetazione dopo la potatura o a seguito di eventi traumatici come la grandine o la raccolta delle olive.


Nel caso della Lebbra, invece, vengono effettuati due trattamenti:

· uno in pre-fioritura per controllare l’infezione primaria

· uno (o più) ad invaiatura, in modo da gestire le infezioni secondarie e proteggere le drupe in maturazione.

Serenade Aso è particolarmente efficace anche nel caso in cui le piante subiscano attacchi di Occhio di Pavone. Effettuando 2-3 trattamenti l'anno, si ottengono livelli di protezione adeguati a preservare la sanità della pianta e quindi del prodotto finale. Nei casi in cui la pressione della malattia è particolarmente elevata, si ricorre ad un trattamento in autunno, al fine di ridurre il suo potenziale di inoculo.




Comments


bottom of page