fbpx
header-concimi

I fertilizzanti in agricoltura e giardinaggio, rappresentano il vero e proprio nutrimento per le piante, contengono infatti tutte quelle sostanze nutritive, quali: azoto, fosforo, potassio, zolfo, calcio e simili, importantissime per la composizione del terreno, per far si che le pianta possa svilupparsi e crescere al meglio.

I fertilizzanti sono realizzati con prodotti chimici o materie prime naturali, secondo il tipo di miglioramento che conferiscono al suolo si distinguono in:

  • Concimi: arricchiscono il terreno in uno o più elementi nutritivi.
  • Ammendanti: migliorano le proprietà fisiche del terreno modificandone la struttura e/o la tessitura
  • Correttivi: modificano la reazione dei terreni anomali spostando il pH verso la neutralità.

 

I CONCIMI

I concimi sono i fertilizzanti maggiormente impiegati in agricoltura, necessari soprattutto in un’agricoltura di tipo intensivo. Il mancato ricorso alla concimazione può comportare un lento ma progressivo impoverimento del terreno.

I concimi migliorano la fertilità del terreno; per aumentare la dotazione di un terreno povero (concimazione di fondo) o per soddisfare i fabbisogni nutritivi di una coltura senza incorrere al depauperamento della fertilità del suolo (concimazione ordinaria di produzione).

I concimi si classificano principalmente in funzione dell’origine del materiale e della composizione chimica, con riferimento al contenuto in uno o più elementi principali della fertilità (azoto, fosforo, potassio).

  • Concimi organici. Sono materiali di origine biologica, animale o vegetale, utilizzati tali e quali o opportunamente trattati. Sono concimi organici, ad esempio, il letame, il compost, la pollina, ecc.
  • Concimi minerali o chimici.Sono materiali ottenuti da una sintesi chimica in un processo industriale (es. l’urea) oppure dall’estrazione con eventuale trattamento industriale (es. il perfosfato minerale, il cloruro di potassio).
  • Concimi organo-minerali.Sono materiali ottenuti dalla miscelazione di concimi organici con concimi chimici o dal trattamento di materiali organici con agenti chimici.

Negli anni, Agraria Di Vita ha sviluppato prodotti specifici, adatti ad ogni esigenza, in particolare:

  • Fertilizzanti per i tappeti erbosi
  • Fertilizzanti organo minerali
  • Fertilizzanti biologici
  • Fertilizzanti idrosolubili e fogliari
  • Fertilizzanti micorrize

 

GLI AMMENDANTI

Gli ammendanti sono quei fertilizzanti che migliorano le proprietà fisiche, chimiche e biologiche del terreno, equilibrando le anomalie e migliorando lo stato strutturale, stabilizzandolo. Nello specifico:

  • materiali argillosi, limitatamente all’apporto in terreni sabbiosi (azione equilibrante sulla tessitura);
  • sabbia, limitatamente all’apporto in terreni argillosi (azione equilibrante sulla tessitura);
  • letame o altro materiale organicoche incrementi il tenore di humus nel terreno (azione migliorativa e stabilizzante sulla struttura).

 

FERTILIZZANTI CORRETTIVI

sono quelli che modificano il pH o reazione del terreno portandolo verso la neutralità. Il loro effetto in genere viene mitigato a causa del forte potere tampone del terreno, se non incorporando quantitativi di correttivo tali da rivelarsi economicamente onerosi.

L’utilizzo di correttivi necessita di accurata valutazione, soprattutto riguardo l’effettiva necessità e della relazione tra sostenibilità economica e tipologia del terreno.

  • terreni acidi, spesso carenti di calcio, sono in genere quelli che rispondono meglio alla correzione del pH.
  • terreni calcareipossono essere corretti con l’apporto di zolfo o di gesso, pur con costi relativamente alti.
  • terreni sodici, sono quelli più complicati per la correzione, che per altro potrebbe essere antieconomica. La scarsa vocazione agronomica è infatti dovuta agli effetti negativi del sodio sulla struttura del terreno, che prevalgono sull’interferenza, da parte del pH, con la nutrizione minerale delle piante.

 

FERTILIZZANTI PER TAPPETI ERBOSI

Concimazione specifica che riequilibra le sostanze nutritive presenti nel terreno, a base prevalente di potassio, che prepara il tappeto erboso al freddo invernale e al riposo vegetativo. Si utilizza un concime per prato a rilascio graduale che oltre al potassio, contiene una parte importante di azoto. Per un buon manto erboso è importante effettuare regolarmente la concimazione con prodotti di alta qualità.

  

FERTILIZZANTI ORGANO MINERALI

I concimi organo-minerali, sono prodotti ottenuti per reazione o per miscela di uno o più concimi organici con uno o più concimi minerali semplici o composti. Si tratta quindi di prodotti completi che hanno un maggior contenuto di elementi nutritivi rispetto ai concimi organici e una maggiore efficienza rispetto ai minerali:

  • Apportano sostanza organica
  • Tutelano e favoriscono la fertilità del terreno
  • Favoriscono la flora batterica
  • Stimolano l’assorbimento radicale
  • Permettono un lento rilascio biologico degli elementi nutritivi
  • Garantiscono massima assimilabilità dei nutrienti e massimo risultato a parità di unità fertilizzanti
  • Condizionano positivamente la struttura del terreno correggendo eventuali difetti (sabbia, limo, argilla) e concorrendo alla rigenerazione del suolo
  • Favoriscono lo sviluppo equilibrato delle colture esaltandone la qualità
  • Consentono produzioni superiori nel rispetto della fertilità del terreno

 

 FERTILIZZANTI BIOLOGICI

Si trattano di concimi organici, 100% di origine vegetale o animale o un misto tra le due componenti. La loro formulazione, come pure la loro azione nel terreno, si adatta ai processi naturali di riuso della materia, contribuendo ad arricchire il suolo di preziosi nutrienti e garantendo, al contempo, la salubrità dei prodotti.

Questi concimi agiscono su tutti gli aspetti della fertilità del terreno, migliorandone le proprietà Chimiche, Fisiche e Microbiologiche, attenuando e progressivamente eliminando i fenomeni di stanchezza del terreno dovuti all’impiego di concimi chimici. Oltre a fornire elementi nutritivi, agiscono sul terreno migliorandone la ritenzione idrica e gli scambi gassosi, creando un’ambiente più favorevole allo sviluppo di radici, riequilibrando il pH, attenuando eventuali problemi di eccessiva salinità, incrementando l’attività della flora batterica utile, “sbloccando” tutti i nutrienti presenti nel terreno e rendendoli così disponibili per le piante. Favoriscono la formazione di sostanze umiche e fulviche che migliorano le caratteristiche chimico/fisiche del terreno e ne stimolano l’attività biologica. L’impiego regolare consente di incrementare e mantenere elevata nel tempo la fertilità naturale dei terreni, preservandoli dai fenomeni di “stanchezza” ed opponendosi allo sviluppo di quei funghi patogeni che possono attaccare gli apparati radicali. Tutto questo consente di ottenere piante più sane e più forti, con miglioramento sia quantitativo che qualitativo delle produzioni.

 

FERTILIZZANTI IDROSOLUBILI E FOGLIARI

fertilizzanti idrosolubili sono formulati minerali realizzati con materie prime prive di impurità fitotossiche ad elevata concentrazione. Le linee di fertilizzanti idrosolubili, sia quelle specifiche per fertirrigazione che per applicazione fogliare, sono costituite da formulati NPK microcristallini, che rispondono efficacemente alle specifiche esigenze nutrizionali associate alle diverse fasi fenologiche. Sono caratterizzati da solubilità totale ed immediata.

La concimazione fogliare è una tecnica di fertilizzazione delle piante che sfrutta la capacità che loro stesse hanno di ottenere i nutrienti dallo stelo e dalle foglie. Quindi consiste nello spruzzare il concime naturale sulle foglie, in modo che le stesse conferiscano i nutrienti all’intera pianta

 

FERTILIZZANTI con MICORRIZE

Le micorrize sono un processo di formazione simbiotica, che avviene tra l’elemento primario del fungo, detto micelio, e la radice di una pianta all’interno della rizosfera, ovvero la zona del terreno che circonda la pianta stessa.

Micorrize, trichoderma e batteri della rizosfera, sono definiti microrganismi antagonisti ad azione specifica in grado di prevenire e contrastare malattie fungine e batteriche a livello della radice e del colletto.

La specie e la concentrazione elevata di questi microrganismi antagonisti hanno un ruolo fondamentale per la qualità del prodotto.

L’effetto sui patogeni è dovuto a meccanismi di:

  • parassitizzazione
  • antagonismo e competizione per spazio e nutrienti
  • produzione di metaboliti in grado di rendere l’ambiente radicale inospitale per i parassiti

Inoltre :

  • hanno un deciso effetto stimolante sullo sviluppo radicale
  • hanno un’azione di contenimento su malattie di origine batterica
  • hanno un effetto collaterale sui nematodi
  • rendono le piante più resistenti nei confronti dei vari stress

 

FERTILIZZANTI SPECIALI

Appartengono a questa categoria quei concimi che contengono oltre ad Azoto-Fosforo-Potassio, anche altri elementi come Magnesio, Ferro, Boro, Magnesio, Zinco ecc. oppure possono contenere Acidi Umici o altre sostanze particolari.

SCOPRI I NOSTRI FERTILIZZANTI

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Apri la chat
Serve aiuto?
Ciao!
Possiamo aiutarti?